SPORTELLO PER L'INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA-CULTURALE DEGLI IMMIGRATI








CARTA DEI SERVIZI


SPORTELLO PER L’INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA-CULTURALE DEGLI IMMIGRATI



AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI NARDO’





SEDE: COMUNI APPARTENETI ALL’AMBITO DI NARDO’













TIPOLOGIA DELLE PRESTAZIONI



SPORTELLO PER L’INTEGRAZIONE SOCIO – SANITARIA-CULTURALE DEGLI IMMIGRATI

L’articolo 108 del R.R. 4/2007 stabilisce che in ogni Ambito Territoriale è assicurata la presenza di almeno uno sportello per l’integrazione Socio-Sanitaria e culturale dei cittadini stranieri immigrati, che svolge attività di Welfare di accesso, attraverso l’ informazione sui diritti, la formazione e affiancamento degli operatori sociali e sanitari per la promozione della cultura dell’integrazione organizzativa in favore degli immigrati, di primo orientamento e accompagnamento dei cittadini stranieri immigrati e loro nuclei nell’accesso alla rete dei servizi sociali, sanitari, dell’istruzione, di consulenza tecnica specialistica per supportare i servizi nella costruzione e nella gestione di progetti personalizzati di intervento.


SOGGETTO GESTORE

Cooperativa Sociale Raggio di Sole Onlus con sede in Lecce alla via Parini 4/a C.F./P.IVA 03972300754 REA 258663


LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO

Comuni appartenenti all’Ambito Territoriale sociale di Nardò


APERTURA AL PUBBLICO

Forma itinerante appartenenti ai Comuni dell’Ambito Territoriale di Nardò


DESTINATARI

Cittadini/e immigrati/e residenti nell’Ambito Territoriale Sociale di Nardò in regola con le normative previste per il soggiorno nel territorio dello Stato e tutti i cittadini interessati al fenomeno delle migrazioni e che instaurano relazioni con i migranti.


OBIETTIVI STRATEGICI

mirano a favorire l’inclusione sociale degli stranieri immigrati, rafforzando le iniziative di integrazione sociale, poste in essere dalle Amministrazioni pubbliche dando risposte concrete e specifiche alle necessità del territorio.


OBIETTIVI SPECIFICI

Offrire un punto di riferimento che diventi luogo di ascolto ed incontro nel quale rilevare il bisogno espresso predisponendo adeguate soluzioni;

Accompagnare i cittadini stranieri ed i loro nuclei familiari nell’accesso alla rete dei servizi sociali, sanitari, dell’istruzione, di consulenza tecnica specialistica;

Favorire l’effettiva integrazione sociale dei cittadini immigrati regolarmente residenti sul territorio di riferimento con una decisa azione di sostegno ai loro bisogni quotidiani, con particolare attenzione al ruolo delle donne e dei minori, soggetti più esposti al rischio marginalità;

Fungere da raccordo e filtro per i diversi Enti per quelle che sono le istanze dei cittadini immigrati;

Supportare la collaborazione ed il lavoro di rete con altri enti, servizi, istituzioni diverse, organizzazioni del privato sociale e del volontariato;

Favorire prassi operative di “educazione interculturale”, attraverso lo strumento della mediazione linguistico culturale sull’intero territorio, in particolare presso le sfere sociali e sanitarie;

Favorire la partecipazione ed il coinvolgimento dei cittadini immigrati nelle azioni e nella programmazione, anche attraverso equipe di lavoro miste;

Promuove forme di prevenzione in campo sanitario, attraverso azioni di mediazione linguistico culturale e, inoltre, attraverso forme di collaborazione con gli uffici ASL competenti;

Realizzare forme di sostegno in campo sanitario, mettendo a disposizione dei soggetti più deboli competenze ed ausili necessari al superamento delle problematiche;

Guidare i minori figli di immigrati nella scelta del proprio percorso formativo;

Prevenire situazioni di emarginazione, frammentazione, ghettizzazione che minacciano l’equilibrio e la coesione sociale;

Realizzare l’interazione culturale, sociale e lavorativa degli immigrati presenti sul territorio;

Favorire conoscenza e consapevolezza dei diversi stili culturali approfondendo le reciproche differenze e appartenenze;

Informare correttamente sia gli immigrati che i cittadini italiani interessati al fenomeno circa la normativa che regolamenta l’immigrazione e le connesse problematiche;

Valorizzare il collegamento e la concertazione tra le varie risorse (rete) presenti sul territorio;

Promuovere l’esercizio dei diritti di cittadinanza e di pari opportunità da parte dei cittadini immigrati, agevolandone la partecipazione attiva alla vita sociale;

Incrementare l’educazione interculturale nella sfera sociale e favorendo l’effettiva integrazione finalizzata all’autonomia nell’accesso ai servizi;

Favorire ed accompagnare i processi di interazione tra comunità autoctona e i nuovi cittadini;

Favorire la piena partecipazione ed il coinvolgimento dei cittadini immigrati nelle attività sviluppate nell’ambito dello sportello socio-sanitari,

Effettuare una ricognizione sui servizi offerti sul territorio agli immigrati e redigere, in seguito a mappatura, una vademecum “Immigrazione: dove, come e quando”;

Registrare su apposite schede d’accesso redatte in formato  digitale e cartaceo, dotate di idonea sezioni per l’autorizzazioni di trattamento dei dati ai sensi del DLgs 196/2003 ss.mm.ii., le informazioni generali di ogni utente che si rivolge al servizio, con finalità conoscitive coerenti con le funzioni proprie dei servizi di accesso al sistema integrato dei servizi sociali e con gli obiettivi di lettura e analisi statistica e sociologica del fenomeno migratorio sul territorio dell'Ambito;

Elaborare percorsi di formazione e aggiornamento, anche attraverso periodi di affiancamento, rivolti ad operatori sociali e sanitari finalizzati alla promozione della cultura dell’integrazione organizzativa e professionale dei cittadini stranieri ed immigrati;

Stimolare la crescita del cittadino immigrato, potenziando i servizi rivolti all’utilizzo delle risorse pubbliche e private presenti sul territorio (percorsi sull’autoimprenditorialità).


RISULTATI ATTESI

  • Coinvolgere le Istituzioni territoriali ed il privato sociale in un sistema di integrazione costruttivo; Garantire all’immigrato servizi ed azioni  volte al diritto della tutela dell’uomo;

  • Costruire con l’immigrato percorsi di inclusione favorendo lo sviluppo della cittadinanza attiva;

  • Promuovere il ruolo della donna nel rispetto delle culture in un’ottica di emancipazione;

  • Guidare il territorio nel percorso di globalizzazione ed internazionalizzazione per lo sviluppo consapevole e costruttivo di future generazione interculturali.








SERVIZI EROGATI

Le prestazioni sono articolate su tredici aree d’intervento.


Area prima accoglienza

Sportello di prima accoglienza (front office) SPORTELLO PER L’INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA-CULTURALE DEGLI IMMIGRATI. Il front office, in continuità con il servizio sociale dell’ambito territoriale di Nardò, svolge la funzione di prima accoglienza ed Ufficio per le relazioni con gli immigrati. È il luogo dove l’immigrato trova il suo primo contatto con le Istituzioni. Tale attività risulta essere  lo start-up di tutti gli interventi. Il front office svolge le sue funzioni attraverso le seguenti FASI:

FASE 1  Ricezione dell’utente accoglienza manifestata da cortesia e gentilezza

  • Verifica della regolarità dei documenti di soggiorno;

  • registrazione dell’utente all’interno della banca dati cartacea e su supporto informatico;

  • sottoscrizione dell’informativa sulla  privacy Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196;

FASE 2 Ascolto dell’immigrato attraverso colloquio diretto:  

  • gestione dei rapporti interpersonali;

  • ascolto e decodifica della domanda ed interventi di prima necessità;

  • mediazione linguistico culturale ove necessario;

FASE 3 Rilevazione dei bisogni:

Il front office deve essere in grado di capire, nel poco tempo che ha a disposizione, la reale

esigenza dell’utente;

FASE 4 Informazione,Orientamento e Indirizzo

Analisi e valutazione approfondita della richiesta: l’operatore, compresi gli effettivi bisogni, indirizza l'immigrato verso il servizio che può soddisfare la sua esigenza.

Se l’intervento da attuarsi risulta essere coerente con l’ attività offerta dallo Sportello, l’operatore provvederà ad avviare, internamente, la fase successiva. Al contrario, qualora l’intervento da attuarsi necessita di risorse esterne, l’operatore provvederà ad inviare e, quindi, accompagnare l’utente immigrato presso il servizio territoriale competente.


ATTIVAZIONE RISORSE INTERNE


Fase 5: Erogazione del Servizio:

L’attivazione delle risorse presenti all’interno dello sportello assicura all’utente prestazioni specifiche che afferiscono alle aree di intervento su descritte nella tabella.

Fase 6: Confronto, condivisione e sinergia operativa con le istituzioni

Nell’attuazione dell’intervento, spesso, i servizi territoriali sono coinvolti in interventi di rete in quanto si adoperano per la definizione di obiettivi comuni. Ciò si attua grazie alla sinergia delle azioni attraverso l’attivazione di un flusso d’informazione costante, la valutazione dei risultati e la tenuta e l’aggiornamento dei dati necessari ad evitare possibili sovrapposizioni degli interventi.

Fase 7: Il coinvolgimento del territorio

La nostra progettazione prevede la costituzione di una rete che migliori ed incentivi la gestione delle attività. Ciò è possibile solo con il coinvolgimento, formale e non, delle associazioni che abbiano finalità convergenti con la proposta  rappresentata.

Tale strumento aggregativo permette di:

  • avvicinare l’utenza attraverso rapporti di fiducia già instaurati;

  • conoscere meglio le problematiche, emerse e non, del territorio;

  • confrontare al meglio le attività migliori e le prospettive di risoluzione;

  • aumentare il fattore protettivo dell’immigrato;

  • aumentare la cultura di cittadinanza attiva e partecipata;

  • alimentare il senso di appartenenza al territorio  come responsabilità civica e morale.

Fase 8: Attività di Coordinamento e verifica

Le attività riguardano esplicitamente la continua organizzazione ed il monitoraggio del servizio attraverso strumenti di rilevazione collaudati, meglio descritti successivamente.

Fase  9 :Ridefinizione operativa

Nella realizzazione del servizio, Raggio di Sole garantisce la massima flessibilità legata a problematiche oggettive di partecipazione dell’utenza ma, anche, alla ridefinizione di interventi  conseguente all’aggiornamento degli strumenti di lavoro.

Fase 10: Formazione del Personale

La formazione continua verte su:

  • Aggiornamento assetti procedurali;

  • Acquisizione delle competenze;

  • Standard Qualitativo offerto;

  • Privacy e protezione dati;

  • Progettualità realizzate;

  • comunicazione coordinamento e operatori.

Fase 11: Il monitoraggio

Tutte le azioni del progetto sono monitorate e la garanzia della sorveglianza è assicurata dagli strumenti che qualificano il lavoro degli operatori. Ogni singola azione progettuale è attenzionata attraverso un lavoro di verifica ex ante, in itinere ed ex post.


Area di assistenza elaborazione pratiche

  • Richieste di rilascio/aggiornamento/rinnovo di permessi di soggiorno, compilazione delle pratiche sul sito web http://www.portaleimmigrazione.it o in forma cartacea con relativa predisposizione di tutta la documentazione a corredo della pratica;

  • Richieste di rilascio/aggiornamento di permessi di soggiorno di lungo periodo CE, compilazione delle pratiche sul sito web http://www.portaleimmigrazione.it o in forma cartacea con relativa predisposizione di tutta la documentazione a corredo della pratica;

  • Richieste di rilascio visti per l’estero, compilazione delle pratiche sui siti istituzionali (ambasciate, consolati, ecc.);

  • Informazioni sulle procedure per i ricongiungimenti familiari, compilazione documentazione necessaria al rilascio delle autorizzazione di idoneità alloggiativa e igienico sanitaria, procedura di registrazione sul sito https://nullaostalavoro.interno.it e compilazione del Modello S. Verifica  con l’utente della pratica e disbrigo degli  adempimenti in concomitanza con la convocazione in Prefettura e al momento dell’arrivo dei familiari in Italia;

  • Informazioni sulle procedure di prenotazione del test di italiano per il rilascio del soggiorno di soggiorno CE, registrazione sul sito https://testitaliano.interno.it, invio della domanda, controllo della prenotazione e del giorno di convocazione dell’utente presso l’istituto ove si terrà il test, comunicazione all’utente della convocazione. Controllo del risultato del test;

  • Richieste di cittadinanza per residenza o matrimonio, compilazione sugli appositi Moduli A o B delle domande. Successiva verifica sul sito https://interno.it dell’andamento della pratica;

  • Informazioni giudico - procedurali sui decreti flussi stagionali e relative quote annuali per lavoro subordinati (quando previsto da Decreto Ministeriale);

  • Informazioni giudico - procedurali sulle procedure di regolarizzazione di cittadini stranieri irregolari (sanatorie, rilascio di permessi per cure mediche, ecc);

  • Informazioni, consegna della documentazione, compilazione di pratiche riguardanti: ospitalità, assenso all’ospitalità, iscrizioni anagrafiche, autocertificazioni stato famiglia e residenza, dichiarazioni di sostentamento da parte di famigliari conviventi, stato civile, compilazione di richieste/rilascio di titoli di viaggio, comunicazioni di cessione di fabbricato, moduli di denuncia nuova utenza, comunicazioni di persone senza fissa dimora, conversioni di patenti.

AREA DI PRONTO INTERVENTO

(Consulenze specialistiche conformi alla rete di Welfare di accesso)

Consulenza specialistica con le forze dell’ordine, con il presidio ospedaliero, con i servizi sociali Comunali e ATS  e le scuole. I mediatori dello sportello e le altre figure professionali, saranno a disposizione per eventuali interventi di mediazione culturale e linguistica o consulenze sulla popolazione straniera.

Area legale  di autotutela legale (informazioni e consulenza legale)

  • Informazione sui diritti e promozione di azioni capillari di informazione e consulenza sulle normative in materia di immigrazione e su eventuali rimedi esperibili avverso, ad esempio, provvedimenti di espulsione, respingimenti, dinieghi, ecc., al fine di rendere l’immigrato capace di orientarsi in modo più autonomo sul territorio;

  • sviluppo di contatti già da tempo avviati con Enti pubblici e privati;

  • Informazioni e consulenza a cittadini rifugiati e richiedenti asilo/protezione sussidiaria/motivi umanitari;

  • ausilio informativo sulla normativa inerente i permessi/carta di soggiorno.


Area socio -  sanitaria


Supporto Sociale e Sanitario

  • Consulenza tecnico-specialistica e supporto ai servizi nella costruzione e la gestione di progetti personalizzati di intervento in favore di cittadini immigrati e rispettivi nuclei familiari;

  • accompagnamento nell’accesso alla rete dei servizi sociali e sanitari;

  • raccordo e stretta collaborazione con gli sportelli sociali eventualmente attivi sul territorio di competenza, con il servizio di Segretariato sociale operante nei 10 comuni dell’ATS  e con la PUA peri servizi ad integrazione socio-sanitaria dislocata c/o la sede dei DSS di Nardò;

  • orientamento teso alla facilitazione dell’accessibilità e la fruibilità da parte dei cittadini immigrati dei servizi sociali e sanitari;

  • sviluppo di competenze nella progettazione, nell'attuazione e nella valutazione di attività assistenziali alla persona e alla famiglia nelle situazioni di maggiore criticità;


Area ricerca e avvio al lavoro


  • percorsi di informazione con aziende, associazioni, sindacati, enti pubblici economici e non;

  • percorsi di affiancamento per le imprese che si avvalgono dei tirocini formativi con durata limitata nel tempo;

  • percorsi per gli immigrati  e/o rifugiati e per tutti coloro presenti sul territorio in possesso di permesso di soggiorno per i quali si provvederà a raccogliere le offerte di lavoro dai vari settori produttivi con l’obiettivo di rappresentare un valido strumento di intermediazione tra domanda e offerta;

  • redazione di curriculum vitae;

  • predisposizione e aggiornamento settimanale di una bacheca con annunci di lavoro individuati attraverso il canale internet e su eventuali richieste specifiche.


Area fiscale e del lavoro


  • informazioni inerenti le attività produttive;

  • attività di conciliazione datore lavoro/lavoratore;

  • lettura contratti affitto e comodato uso gratuito, lettere disdetta contratti di affitto;

  • compilazione modelli per: detrazioni familiari a carico richieste assegni di maternità;

  • richieste erogazioni assegni per il nucleo familiare;

  • calcoli relativi alle Certificazioni compensi lavoratori domestici;

  • lettura modelli CUD subordinati e parasubordinati e relative informazioni;

  • informazioni Modello Unico 740,Modelli ISEE;

  • stampa bollettini MAV contributi Inps lavoratori domestici;

  • supporto nella lettura dei contratti di lavoro dipendente e delle relative buste paga;

  • informazioni generali su adempimenti per apertura attività commerciali,

  • conteggi reddituali per ricongiungimenti familiari e rinnovi permessi di soggiorno CE;

  • pratiche rimborso affitti.


Area di lettura e analisi statistica e sociologica del fenomeno migratorio

L’istituzione della banca dati, finalizzata alla realizzazione dell’osservatorio sulle dinamiche inerenti i fenomeni migratori sul territorio dell’Ambito,costituisce, senza alcun dubbio, un elemento primario nelle politiche sociali delle istituzioni territoriali che, attraverso l’uso di questo strumento, possono conoscere e valorizzare le potenzialità e le risorse del territorio. Ciò al fine di circoscrivere, se non proprio definire, le problematiche che attanagliano il territorio nell’ambito delle dinamiche migratorie che, inevitabilmente, vanno ad influire sui contesti socio-culturali dell’intero territorio.

Area Culturale

Realizzazione presso le sedi dei Comuni appartenenti all’Ambito Territoriale sociale di Nardò e partecipazione ad eventi culturali specifici.


Area di qualificazione personale

Promuovere percorsi per l’apprendimento di specifiche competenze destinati a donne e minori immigrati  da spendere successivamente sul mercato del lavoro.


AREA In-FORMATIVA


  1. Attività  di supporto per la conoscenza della lingua Italiana


  1. Informazione e orientamento sui  sistemi di accoglienza e protezione


  1. In-formazione e orientamento sul lavoro e auto imprenditorialità


  1. Sensibilizzazione  ed orientamento civico per la tutela del territorio


Area ricerca alloggiativa

Lo sportello fornirà informazioni in proprio possesso relative a:

  • alloggi temporanei (prima accoglienza) o a medio e lungo termine, sia ad uso abitativo sia ad uso commerciale;

  • alloggi relativi all’edilizia pubblica popolare;

  • servizi di intermediazione sociale;

  • eventuali forme contributive previste a livello locale, regionale o statale;

  • mediazioni inerenti il mercato privato degli alloggi.


Area sostegno alimentare

Attraverso l’ accordo di partenariato siglato con l’Associazione “Popoli e culture”, si realizzeranno nella sede della stessa azioni di sostegno alimentare rivolte alla fasce di cittadini immigrati più deboli.


Area distribuzione medicinali da banco

Attraverso l’ accordo di partenariato siglato con l’Associazione di Volontariato S.A.L.V.A. si realizzeranno nella sede della stessa azioni di supporto nell’erogazione di medicinali da banco rivolte alla fasce di cittadini immigrati più deboli.


ALTRE AZIONI

Istituzione del tavolo permanente sull’immigrazione

aperto a tutte le Associazioni di e per gli immigrati presenti sul territorio dell’Ambito e soprattutto a  quei gruppi informali di immigrati che non sono rappresentati, ha l’obiettivo primario di coinvolgere la popolazione immigrata e con essa valutare le diverse problematiche  presenti sul territorio, riguardanti l’immigrazione ed elaborare proposte idonee al miglioramento dell’accessibilità ai servizi   e dell’integrazione nel tessuto socio-economico territoriale.


Sostegno e Cooperazione nelle azioni di integrazione dei Rappresentanti Istituzionali

Lo sportello si propone come sede operativa dei rappresentanti istituzionali per il coordinamento e coinvolgimento in percorsi ed eventi inclusivi proposti dalle istituzioni.

Mappatura dei servizi ed indicazione referenti

Realizzazione di appositi strumenti di orientamento ed individuazione dei riferimenti istituzionali e associativi del territorio.

Offerta  di Spazi ed attrezzature

Concessione della struttura per incontri ed eventi multietnici.

Laboratorio aggregativi per i più giovani

Realizzazione di attività ludiche e didattiche destinate a giovani di diverse provenienza etnica.

Area  di sostegno e promozione della famiglia

In accordo con il Centro di assistenza Fiscale FEDER AZIENDE, si garantiscono informazioni ed ausili nella: richieste REI , Richiesta Social Card, richiesta di accesso all’Emporio della Solidarietà, elaborazioni ISEE, elaborazione mod. 730 ed Unico


Area di re-inserimento

Nell’ambito delle attività da effettuarsi all’interno dello sportello,si vuole dare continuità a percorsi già intrapresi con U.S.S.M. e SERVIZIO SOCIALE PER I MAGGIORENNI e inerenti il  “reinserimento sociale” di coloro che sono sottoposti a misuri alternative alla detenzione. Tale iniziativa è rivolta ad Italiani ed immigrati e considera strumento innovativo d’integrazione lo spazio ed i suoi fruitori. Infatti, in questo contesto,lo sportello assume il ruolo simbolo dell’integrazione e dell’accettazione dell’altro nelle personali necessità e diversità.


Figure professionali


Coordinatore delle attività

I compiti del Coordinatore riguardano l’organizzazione del lavoro, la verifica e il monitoraggio; lo stesso, svolge funzioni di raccordo tra le varie aree del servizio, di gestione dei rapporti con la rete dei servizi territoriali, di coordinamento e convocazione delle riunioni con gli addetti al servizio.

mediatori linguistici-culturali e  mediatore linguistico inglese/francese/arabo

svolgono attività orientate ad accompagnare la relazione tra immigrati e contesto socio-economico e culturale di riferimento, favorendo la rimozione delle barriere linguistico-culturali; elaborano strategie che permettono l’integrazione dei cittadini stranieri attraverso attività di consulenza alle persone, alle famiglie, alle associazioni di immigrati, operando in sinergia con le altre figure professionali coinvolte nelle azioni progettuali.


Esperto in diritto dell’immigrazione

  • Consulenza giuridica sulla normativa migratoria e sulla legislazione italiana per agevolare l’accesso ai servizi sociali, sanitari, dell’istruzione, dell’occupazione, ecc.;

  • orientamento ed assistenza legale nelle discipline del diritto civile, penale, internazionale e dell’immigrazione;

  • orientamento ed assistenza socio-legale per coloro che vogliono inoltrare richiesta d’asilo o per coloro che hanno già ottenuto il riconoscimento dello status di rifugiato;

  • consulenza ed assistenza legale per problematiche relative al lavoro e alla previdenza sociale.




Esperto in materia fiscale

  • informazioni inerenti le attività produttive;

  • attività di conciliazione datore lavoro/lavoratore;

  • lettura contratti affitto e comodato uso gratuito, lettere disdetta contratti di affitto;

  • compilazione modelli per: detrazioni familiari a carico richieste assegni di maternità;

  • richieste erogazioni assegni per il nucleo familiare;

  • calcoli relativi alle Certificazioni compensi lavoratori domestici;

  • lettura modelli CUD subordinati e parasubordinati e relative informazioni;

  • informazioni Modello Unico 740,Modelli ISEE;

  • stampa bollettini MAV contributi Inps lavoratori domestici;

  • supporto nella lettura dei contratti di lavoro dipendente e delle relative buste paga;

  • informazioni generali su adempimenti per apertura attività commerciali,

  • conteggi reddituali per ricongiungimenti familiari e rinnovi permessi di soggiorno CE;

  • pratiche rimborso affitti.


Addetto di segreteria

Tale figura risulterà trasversale all’interno dell’organigramma in quanto opererà interfacciandosi con tutto il personale di front office e back office. In particolare si occuperà di:

  • aggiornare archivi o banche dati;

  • ricevere le richieste dell’utenza e le smista verso le diverse aree;

  • ricevere e smistare telefonate;

  • gestire la corrispondenza con gli utenti (curare la mailing list, inviare/ricevere e-mail).


ED INOLTRE

Educatore dei Laboratori, Assistente Sociale, Avvocato, Psicologo, Esperto in Statistica ed Elaborazione Dati, Responsabile Privacy, Responsabile Della Qualità, Responsabile Della Sicurezza.


Indicatori di efficienza ed efficacia strumenti di rilevazione

Schede di rilevazione degli utenti

Registro degli interventi

Verbali e incontri di verifica

Relazioni mensili

Relazioni periodiche destinate ai servizi


Strumenti di monitoraggio

Sistema informatico per la gestione e monitoraggio del servizio

Gestione Operatore - Dati anagrafici & Contrattuali

Gestione Utente - Dati anagrafici & Servizi offerti

Gestione Committenti - Dati anagrafici

Gestione Commessa - Dati anagrafici

Moduli Monitoraggio Andamento Servizi – Lettura Dati Aggregati

Strumenti di Rilevazione del grado di soddisfazione dell’utenza


Questionario plurilingue

Interviste semi-strutturate individuali

Suggerimenti degli utenti

Reclami